Daniele Cardelli

Scuola Master Internazionale di Studi sull’Anima
Scuola
Filosofia del Sé e Analisi del Profondo

La Filosofia di Sè, come campo d’indagine e ricerca empirica, parte dall’esperienza individuale, dal “libro” più bello, ricco e affascinante, il proprio, per muovere verso la conoscenza di Sé e del mondo.
Attraverso la comprensione del significato dei propri pensieri, delle “proprie” idee ed emozioni, l’interpretazione del linguaggio simbolico dell’Anima (con i suoi archetipi e miti), si cercano le Verità interiori, la propria identità profonda (Sé), il senso del proprio viaggio qui, si cercano risposte ai perché dell’esistenza, ai problemi, alle sofferenze e ai disagi che viviamo, nel tentativo di comprendere la nostra realtà più segreta e profonda e la realtà di questi tempi nei suoi vari ambiti – dalla vita spirituale ai fenomeni culturali e di costume, dall’interiorità individuale all’economia – con i suoi mutamenti e le sue trasformazioni. 
Un viaggio conoscitivo, come lo intendevano già molto tempo prima della psicologia, alcune fra le più importanti tradizioni filosofiche dell’antichità, da Pitagora a Platone con le loro scuole, da Talete a Giamblico, Epicuro, Plotino, Proclo e successivamente la filosofia ermetica e spagirica, la filosofia neoplatonica del rinascimento fiorentino, tutte ispirate al “Conosci Te stesso” dell’oracolo di Delfi, base di ogni filosofia dell’esistenza. 
Un lavoro autoconoscitivo che vede anche nel “Processo d’Individuazione” junghiano uno dei più eccellenti percorsi di Filosofia del Sè (Filosofia dell’Anima, dell’Individuo e del Mondo).
Quella del Filosofo (del Sé) Terapeuta e Analista del Profondo (o “Analista filosofo”, “Filosofo analista”, analista di formazione laica, formato in Psicoanalisi per l’Individuazione, Psicoanalisi Filosofica) è una figura professionale che opera per attivare, stimolare ed agevolare quella conoscenza di Sé e delle cose che è la propria cura e che necessita sempre di un lavoro su più ambiti disciplinari.
 Il filosofo, avendo come scopo quello di rispondere al bisogno di conoscersi, evita di relegare e ridurre questo fondamentale percorso autoconoscitivo-curativo esclusivamente a trattamento clinico e di configurare l’altro nella relazione soltanto come paziente: una chiara apertura alla conoscenza di Sè come cura anche verso tutti coloro – e sono moltissimi – che non si sentono, semplicemente perché non lo sono, “pazienti” e alla formazione di coloro che vogliono operare partendo da percorsi accademici diversi.
Un’esperienza e una relazione, quella della cura filosofica attraverso il colloquio e la presa di coscienza, dove l’altro (rispetto al curante) non è considerato come paziente, ma individuo, anima e persona in trasformazione, dove la crisi assurge, com’era anche nelle più antiche culture iniziatiche, a momento fecondo di rigenerazione e rinnovamento (dal sintomo all’autoconoscenza) attraverso un percorso verso quella conoscenza profonda di Sé come cura dell’Anima su cui si basa anche, ma soltanto nei casi di sofferenza e di cogenza del sintomo, il lavoro clinico del terapeuta.

Daniele Cardelli

*  *  *

The International School for Selfphilosophy
Introduction

Selfphilosophy is a field of inquest and empirical research departing from the individual experience and beginning with the most beautiful, rich and fascinating “book,” the book of the Self moving towards the knowledge of the Self and the world. Through the keys contained in thoughts and ideas, understanding the language of the Soul (with its symbols, archetypes and myths) the Philosophy of the Self aspires to search one’s own soulful identity by discovering the significance of one’s immanent journey. Through this discovery we will seek to understand the reality of our times in all its various fields (from cultural and custom phenomena to economy) with its mutations and transformations by examining the problems and discomforts of the world we are living in, the questions of existence and the pressing need of providing life with meaning.
Selfphilosophy aims to be a self-cognitive journey following the examples of the most important philosophical traditions as was intended before the dawn of Psychology; from Pythagoras to Plato, from Thales to Giamblico, from Epicurus to Plotinus and more modern hermetic philosophy inspired by  “Know thyself,” taught by the oracle of Delphi, which is the basis of existential philosophy. 
Selfphilosophy is a self-cognitive study in the area of profound Philosophy, able to recognize, in the Junghian tradition the “individuation process,” one of the most excellent paths to Individual Philosophy or Selfphilosophy. 
The philosopher or depth analyst as a professional figure comes into existence with the aim to activate, stimulate and facilitate the knowledge of the Self and of life, using this knowledge as therapy.  In this therapeutic role, the analyst/philosopher avoids limiting this fundamental cognitive course to clinical treatment exclusively and strives to configure the other involved in relation to the patient. Through this experience the crisis becomes, as it was in the most ancient initiative cultures, a fertile moment of regeneration, on which is founded, at least in the cases of crisis, the clinical work of the therapist.
Our The International University Center for Soul Studies ( www.soulstudies.net ) will be an integral part of International School for Selfphilosophy and Soul-therapy.