Daniele Cardelli
I Festival della Partecipazione
Idee terapeutiche per vivere meglio
per una cultura della Partecipazione
nei processi decisionali della Politica, dell’Economia,
della vita sociale

Stimoli, Proposte, Soluzioni per Rinascere dalla crisi

Firenze, Giugno 2014
(presto la data, l’orario e il luogo dell’evento)

Giornata di studi sulla Democrazia Diretta e la Partecipazione Politica

Conferenza di Daniele Cardelli
sulla Landsgemeinde del Cantone svizzero di Glarus,
la più antica Assemblea Deliberativa esistente al mondo,
dove i cittadini discutono e votano le leggi per alzata di mano

a seguire: Presentazione
(con possibili interventi da parte dei singoli partecipanti)
degli strumenti più idonei per una Democrazia realmente Partecipata,

soluzioni possibili ed esperienze pilota per un’effettiva Partecipazione Politica;

a seguire: Evento dimostrativo
svolgimento di un’assemblea deliberativa sperimentale su una tematica di interesse comune, per provare davvero come funziona la Democrazia Diretta

* * *

motivazioni e manifesto del Festival

I FESTIVAL DELLA PARTECIPAZIONE
“PARTECIPARE DAVVERO”
Idee e strumenti concreti di partecipazione politica e amministrativa

La Landsgemeinde del Cantone di Glarus
la Partecipazione nel Sistema Politico Svizzero

Progetto per la
“partecipazione effettiva dei cittadini ai processi decisionali della politica e della pubblica amministrazione”

Il progetto si propone di fornire risposte efficaci ai sempre più crescenti fenomeni della “Disaffezione alla politica” e dell’ “Astensionismo” – del resto quando adottare una terapia se non con l’emergere di un problema? -, problemi di dimensioni ormai ben più che preoccupanti: il “partito del non voto” è divenuto il primo partito italiano! Tutti i più autorevoli studiosi sono peraltro concordi nel ritenere che la Democrazia soltanto “rappresentativa” non è più in grado di rispondere efficacemente alle esigenze e agli stili di vita moderni, alla domanda di partecipazione, alle istanze e ai bisogni dei cittadini. Oltre ad individuare ed analizzare le cause dei fenomeni qui sopra, ci proponiamo anche di trovare soluzioni e fornire risposte concrete, suggerire “terapie” effettivamente partecipative, percepite dai cittadini come autentica apertura e, di più, invito a coinvolgerli nei processi decisionali, particolarmente sulle questioni politico-amministrative locali che li riguardano più da vicino. I problemi, gravi, di cui sopra richiedono con urgenza risposte che sappiano restituire Fiducia verso la politica e i suoi attori – i politici, gli amministratori pubblici, le istituzioni e chi le regge – e contemporaneamente sappiano trovare vie effettive di partecipazione ai processi decisionali. Pensiamo ad un vero e proprio Rinascimento dalla Crisi della politica (ogni crisi è del resto anche un’opportunità: il termine “crisi” significa proprio “trasformazione” in molte lingue) che ci viene da un “nuovo” modo di pensare e di concepire la democrazia (verso una democrazia sempre più partecipata; fondata su una ben più effettiva partecipazione dei cittadini), che prenda spunto teorico-pratico proprio da quegli ordinamenti che ben oltre che limitarsi a teorizzarla e contemplarla praticano da secoli la Democrazia Diretta; in questo senso, proponiamo di far luce particolarmente sul modello politico Elvetico, che primo di tutti, da secoli e con successo! pratica gli strumenti del Referendum (che proprio in Svizzera ha visto la luce), della Petizione popolare e dell’Assemblea Deliberativa comunale e cantonale, o Landsgemeinde - da 7 secoli ininterrottamente! (Ben oltre lo strumento del “Dibattito Pubblico” alla francese) -; sulla conoscenza dello strumento di Democrazia Diretta della Landsgemeinde proponiamo di fare almeno una giornata di studio presso la Regione Toscana.
Attraverso un percorso di incontri e formazione (dibattiti, conferenze, seminari, lezioni, proprio come quello appena qui sopra sulla Landsgemeinde), durante i quali proporre anche nuove quanto inedite soluzioni per la partecipazione e quanto benessere psicologico queste possono portare, eventi – I Festival della Partecipazione (Giugno o Settembre 2014) – e/con “esperienze pilota” su singole questioni da far deliberare direttamente ai cittadini, ci proponiamo di promuovere e sperimentare concretamente in diversi comuni, località della Toscana (uno o due giorni di conferenze ed eventi, almeno nei capoluoghi) gli strumenti più validi per stimolare ed incentivare una più autentica partecipazione ai processi politici e amministrativi – peraltro operando nello spirito della Legge Regionale n. 46/2013 – quale ingrediente fondamentale per una vita più positiva, piena e ricca di senso civico.
La secolare e straordinaria cultura Toscana dell’Umanesimo – dalle tracce ispiratrici dell’Umanesimo Rinascimentale alla Toscana che abolisce per prima la pena di morte, dalla Toscana della creatività e del genio alla Regione dei diritti e delle responsabilità – ci rende più agevole e ci stimola semmai di più a dare, o restituire, all’uomo e al suo bisogno di poter partecipare alle decisioni sulle cose comuni, una risposta finalmente soddisfacente e terapeutica.

Il Festival è una rassegna itinerante in tutte le Regioni Italiane per la promozione della Partecipazione ai processi decisionali nella Politica, nell’Economia, nella vita sociale

Idea, Progettazione, Coordinamento Organizzativo, Direzione e Svolgimento Didattico: Daniele Cardelli